fbpx

Come smettere di porre limiti a te stessa/o

Gabriele Pagnini - Ing. del Pensiero

Gabriele Pagnini - Ing. del Pensiero

come smettere di limitare la tua scintilla creativa

Oggi rispondo ad una domanda interessante e molto diffusa…

«Ho da sempre un sogno ma, quando ci penso, subito mi dico che sono cose da bambina/o e che devo stare coi piedi per terra… come faccio a smettere di limitarmi?»

Ecco un grande classico! “… stare coi piedi per terra…”

Per rispondere a questa domanda, vado a pescare da una delle discipline su cui si appoggia l’Ingegneria del Pensiero: la Psicologia Applicata. In particolare dall’Analisi Transazionale.

L’Analisi Transazionale è una materia complessa e…
… chiedo scusa agli eventuali psicologi in lettura…
… ho bisogno di fare una enorme semplificazione, da buon ingegnere del pensiero.

Vado dritto al punto e alla sua applicazione pratica.

Ognuno di noi si confronta, dentro di sè, con vari “stati dell’IO” (così si chiamano).
In questo momento ce ne interessano due:

  • l’IO “adulto”
  • l’IO “bambino libero”

Quali sono le dinamiche tra questi due IO?

In generale l’adulto è quello coi piedi per terra, quello che vive di concretezza.
Nel bambino invece prevalgono i sogni, i desideri, la voglia di giocare e divertirsi…

I guai nascono in due possibili situazioni… che purtroppo sono molto frequenti.

  • Nella prima, al bambino libero viene lasciato fin troppo spazio, l’adulto molla del tutto la presa… e il bambino può combinare dei veri e propri disastri.
  • Nella seconda, l’adulto, con la sua concretezza, soffoca le aspirazioni del bambino libero. Così facendo però, reprime la scintilla creativa del bambino, e potrebbe persino spegnere quel fuoco e quella fantasia tipica dell’infanzia.

Chi pone questa domanda potrebbe essere più in questa seconda dinamica.

Quando l’adulto che è in te ha bloccato la capacità di sognare del bambino
… quando il bambino si sente costretta/o a stare coi piedi per terra…
… tu, come persona, tenderai a rinunciare davvero a tante risorse e al tuo potenziale… alla tua scintilla creativa!

Sai quante persone ho incontrato, dentro cui l’adulto aveva tappato la bocca al bambino libero con del nastro adesivo!

Dove sono andati a finire i sogni?

Forse chiusi a chiave dentro un cassetto nascosto!

Per vivere bene serve equilibrio tra queste due figure interiori.

Certo, il bambino libero a volte può essere insistente e anche un po’ “rompiscatole”… proprio come un bambino!

Ma deve anche essere lasciato libero di esprimersi, perché in lui c’è la scintilla creativa, quella che fà la differenza e che dà sapore alla vita!

In che rapporto si trovano dentro di te il tuo adulto e il tuo bambino libero?
Uno prevarica l’altro? Litigano?

E se provassi a trasformare questo conflitto in un’armonia?

Inizia a creare un dialogo costruttivo tra queste due parti… inizia ad ascoltare il bambino, senza giudicarlo e senza bloccarlo sul nascere.

Lascialo esprimere e vedi dove ti conduce. Poi prendi la sua mano e accompagnalo…

Chissà, potresti davvero iniziare a realizzare il tuo sogno, il sogno del bambino libero… pur restando con i piedi per terra.

Ciao! E come sempre… viva la curiosità!

P.S. Questa è una delle Lezioni Brevi di Ingegneria del Pensiero.
Vuoi leggerne altre? Vuoi scoprire come superare i tuoi dubbi e trasformare in realtà sogni, idee e desideri?
Clicca qui e accedi ad altre Lezioni Brevi in modo del tutto gratuito!

Condividi su facebook
Condividi su Facebook
Condividi su twitter
Twitta
Condividi su linkedin
Condividi su Linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su Whatsapp

Sei stanca/o di tenere il tuo sogno chiuso a chiave in un cassetto?

Ti blocchi davanti a domande come queste?

  • «Ho un sogno ambizioso, ma non ho abbastanza soldi per realizzarlo. Cosa posso fare?»
  • «Come capisco se il sogno che vorrei seguire è davvero la strada giusta per me?»
  • «Ho una grande idea, ma mia moglie/mio marito non mi supporta… cosa posso fare?»

Per avere risposta a queste e molte altre domande, accedi – gratis – alle Lezioni Brevi di Ingegneria del Pensiero!