fbpx

Lo “Sbuccia-Ananas” e la Crescita Personale

Gabriele Pagnini - Ing. del Pensiero

Gabriele Pagnini - Ing. del Pensiero

Tempo di lettura: 4 minuti circa

A fine estate, nella mia città, è tradizione chiudere la stagione balneare passeggiando per la “Fiera di San Nicola”: un grande mercato che si sviluppa sul lungomare.

In mezzo al “tutto di tutto”, una delle cose che mi incuriosisce di più è l’abilità dei venditori che propongono l’immancabile “novità dell’anno”: il pelapatate, il panno magico, la pinza taglia tutto…

Maneggiano quegli strani arnesi come dei veri artisti!

Qualche anno fa è stato il turno del fantastico “Sbuccia Ananas”

.. prezzo basso, facile da usare…

… poi… dai, cerchiamo di dare una mano all’urlatore che si sgola per guadagnarsi da vivere…

Ok. Comperato. Vado a casa e lo provo.

Apro la scatola e mi rendo conto che, oltre a costare poco, vale anche poco. Ci può stare. Procediamo…

… aspetta un po’… come faceva il venditore?

Cerco di imitarlo ma…

… dopo aver massacrato due ananas e rischiato più volte le dita, un pensiero comincia a girarmi in testa: «Per quale motivo dovrei fare questa fatica per mangiare un ananas così “arrotolato”?»

… basta, ci rinuncio…

Due morsi per recuperare i residui del succoso frutto e il prezioso strumento torna nella sua scatola, dove credo finirà i suoi giorni.

Cosa c’entra lo sbuccia ananas con la crescita personale?

Aiutami a sviluppare uno dei miei “pensieri spericolati”.

Oggi parliamo di strumenti e di persone!

È un tema che mi sta particolarmente a cuore ed è il nucleo centrale della mia Ingegneria del Pensiero.

Qualche anno fa, durante un incontro individuale, un’affermata professionista mi racconta la sua storia: corsi, formazione online, libri, seminari… un percorso così ben articolato che mi fa pensare:

«Ma…ne sa più di me?»

Senza rifletterci tanto, le chiedo: «Scusa… con tutte le belle cose che hai fatto, perché sei qui? In che cosa pensi che io ti possa essere utile?»

Mi risponde:

«Sì. In effetti, nel tempo, ho risolto alcuni miei problemi ma…

… la mia vita e la mia professione, nella sostanza, non sono migliorate.

Non c’è mai stata quella svolta, quel cambio di passo, che mi aspettavo! Tanto tempo, energie e denaro dedicati a cercare e studiare nuovi strumenti ma…»

Lo chiedo a te: «Ma…?»

Sappiamo che il mondo della crescita personale, oggi, è uno dei più rigogliosi in termini di materiale disponibile.

Forse anche tu, come tanti altri e come me…

… avrai letto libri… partecipato a corsi… acquistato formazione online

metodi, strumenti, regole

… pelapatate, panni magici, pinze taglia tutto, sbuccia ananas…

 Ma…?

Che cosa c’è che non funziona in questo discorso?

Secondo te, perché metodi così validi, strumenti così innovativi e regole così ferree, quasi sempre non funzionano?

Propongo una mia risposta.

Dobbiamo spostarci su un’altra “dimensione”: sul nostro modo di pensare.

Anche il pensiero è uno strumento: il più potente!

È quello che ci permette di governare al meglio tutti gli altri strumenti.

Allenandoci nel “saper pensare”, vedremo finalmente funzionare le tante cose che erano rimaste lì, spesso inutilizzate.

Sai, l’ingegnere ha una domanda fissa in testa:

«A che cosa serve sapere le cose se poi non riesci ad applicarle?»

Ecco perché ho chiamato tutto questo:

”Approccio Ingegneristico al modo di pensare”

Dobbiamo imparare a pensare per poter mettere in pratica, al meglio, tutto quello che sappiamo!

Immagina… quanto e come migliorerà la tua vita nel momento in cui utilizzerai al 100% le tue risorse? Che siano interiori o che derivino dall’uso di strumenti già acquisiti.

Lo potrai fare grazie ad un nuovo modo di pensare!

È quello che è successo alla professionista che ha deciso di seguirmi

Vuoi sapere su che cosa abbiamo lavorato?

Sai che domande ci siamo posti?

√ Che cosa sai fare? Non è questa la domanda centrale!

√ Chi sei? Fondamentale, ma neanche questo è risolutivo!

√ Cerchiamo altri strumenti? Forse. In un secondo momento. Adesso no.

 Ci siamo concentrati su domande nuove:

√ Come costruisci i tuoi pensieri?

√ Come li organizzi?

√ A che cosa pensi quando studi, e poi utilizzi uno strumento?

 E ancora:

√ Come impattano i tuoi pensieri…

… nello sviluppo delle tue idee?

… nel realizzare i tuoi progetti?

… e nel vivere le tue sfide?

Ecco su che cosa abbiamo lavorato!

Oggi la professionista, oltre ad aver raggiunto tanti suoi obiettivi (incremento del fatturato, nuovi clienti, premio per la miglior agente in Europa…), è riuscita in ciò che per lei era prioritario: attuare quella svolta e quel cambio di passo che finalmente hanno migliorato la sua vita personale e professionale.

Il percorso svolto con lei, e con tanti altri e altre clienti, ha insegnato molto anche a me. La convinzione che questo mio approccio sia la strada da seguire si rafforza di giorno in giorno…

… e poi, alla fine, ho anche capito perché quella volta non ero riuscito a far funzionare lo sbuccia ananas

Colpa dello strumento di bassa qualità? Non credo.

Colpa della mia incapacità? Non credo.

Colpa del mio pensiero sulla inutilità di quello strumento assurdo? Credo proprio di sì.

È questo il pensiero che ha bloccato tutto: «Per quale motivo dovremmo mangiare un ananas così arrotolato?»

Il venditore non ha questo dubbio.

Per lui il pelapatate, il panno magico, la pinza taglia tutto e il fantastico sbuccia ananas…

… sono strumenti che gli consentono di vivere!

Ecco perché l’urlatore usa quello strumento come un pittore usa il pennello!

Buon tutto e come sempre… viva la curiosità!

P.S. Condividi questo articolo se credi possa essere utile ad altre persone.

Condividi su facebook
Condividi su Facebook
Condividi su twitter
Twitta
Condividi su linkedin
Condividi su Linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su Whatsapp

Sei stanca/o di tenere il tuo sogno chiuso a chiave in un cassetto?

Ti blocchi davanti a domande come queste?

  • «Ho un sogno ambizioso, ma non ho abbastanza soldi per realizzarlo. Cosa posso fare?»
  • «Come capisco se il sogno che vorrei seguire è davvero la strada giusta per me?»
  • «Ho una grande idea, ma mia moglie/mio marito non mi supporta… cosa posso fare?»

Per avere risposta a queste e molte altre domande, accedi – gratis – alle Lezioni Brevi di Ingegneria del Pensiero!